CBD Sativa; Tutto quello che c’è da sapere su questa varietà

Sai cos’è il CBD Sativa? Conosci la differenza tra sativa, indica o ibrida?

È importante conoscere le differenze tra loro, poiché hanno caratteristiche proprie.

Da Natural Suit ti raccontiamo tutto quello che c’è da sapere a riguardo. Continua a leggere!

Tipi di CBD

La Cannabis sativa e la Cannabis indica sono due delle tre specie di cannabis esistenti.

La terza specie è la cannabis ruderalis, ma è la meno attraente a causa della sua bassa concentrazione di THC e del suo status inferiore.

La Sativa è una pianta da clima caldo caratterizzata da foglie sottili e piante alte.

La pianta impiega 10-15 settimane per maturare ed è nota per il suo potenziale cerebrale, rinvigorente ed energetico, che la rende molto adatta all’uso diurno.

In termini medici, può essere utilizzata per aiutare le persone che soffrono di depressione o dolore cronico.

L’Indica, invece, è una pianta dal clima più freddo, con foglie larghe e scure e piante corte e dense. La sua maturazione, a differenza della Sativa, avviene tra le sei e le otto settimane.

L’Indica ha una resa maggiore ed è nota per il suo alto livello di relax. Dal punto di vista medico, aiuta le persone con ansia, dolore acuto e nausea.

Infine, l’ibrido è una miscela di due diversi tipi di cannabis. In genere, questo mix si colloca tra la sativa e l’indica. In questo modo, vengono selezionati e allevati due o più tratti particolari. Inoltre, è anche un modo per dare un senso alla grande varietà di opzioni che esistono in un dispensario.

CBD e THC

Sia il CBD che il THC sono cannabinoidi, cioè due dei composti chimici noti della cannabis. Agiscono sui recettori dei cannabinoidi dell’organismo, che sono concentrati nel cervello, nel sistema immunitario e nel sistema nervoso.

Il CBD è noto anche come cannabidiolo. Si tratta di un tipo di cannabinoide non psicoattivo che rappresenta il secondo volume più alto della cannabis. La risposta di una persona all’assunzione non è quella di sentirsi sballata, ma di alleviare l’ansia, la percezione del dolore e l’infiammazione.

Il THC è noto come tetraidrocannabinolo. Questo cannabinoide occupa gran parte del volume della marijuana. Questo cannabinoide fa sballare, poiché l’effetto principale del suo composto chimico è psicoattivo nel corpo umano. Per sentirne gli effetti è necessario applicare calore, vaping, cottura o fumo. Questo processo è chiamato decarbossilazione.

Pertanto, a seconda del tipo di ecstasy che stai cercando, puoi optare per ceppi con livelli più o meno elevati di THC o CBD. Tuttavia, se sei alla ricerca di sollievo dal dolore
Se cerchi sollievo dal dolore, dall’ansia e così via, non esitare a usare il CBD e non il THC, perché non otterrai alcun miglioramento.

Oggi sul mercato esistono numerosi prodotti a base di CBD progettati proprio per risolvere questi problemi. Tuttavia, la cosa più importante è fare un buon uso del prodotto e non consumarlo eccessivamente.

Se hai domande sul CBD Sativa e così via, saremo felici di rispondere a tutte le tue domande!

Condividilo
Potresti essere interessato a…
Benefici del CBD medicinale: per cosa si può usare?

Noi di Natural Suit conosciamo i benefici del CBD medicinale. È uno degli elementi più noti della pianta di cannabis. A differenza del THC, non ha effetti psicoattivi o psicotropi, quindi non provoca gli effetti allucinogeni che sono comunemente…

Leer más
La cannabis aiuta a migliorare il sesso? Risolviamo i tuoi dubbi

Ci sono molte teorie sulla combinazione di cannabis e sesso che si basano sulle esperienze di persone che hanno provato questa sostanza come stimolante. Tuttavia, in assenza di ricerche ufficiali sui suoi benefici, molte persone si chiedono ancora se aiuta a vivere un’esperienza più soddisfacente.

Leer más